martedì 13 ottobre 2015

Ecco Persephone: una miss moda tra le teglie da forno

Un metro e 68 centimetri, taglia 38. Misure che non fanno certo pensare a una splendida ragazza che, tra una sfilata e l’altra, tra la passerella e la sala trucco, tra una lezione all’università e lo studio sui libri, trova anche il tempo per cucinare deliziose leccornie dolci di ogni tipo nel forno della casa friulana di famiglia, dove vive con mamma e papà: biscotti, pasticcini, torte, mousse, bavaresi, tutte squisitezze di cui va fiera, come della sua linea impeccabile. 


Si chiama Cristina Fabris, in arte “Cristel Persephone”, vive a Mortegliano (Udine), un paese del Medio Friuli, ha 25 anni ed è diplomata in ragioneria.
Il suo sogno è diventare una celebrità nel mondo dello spettacolo e, per farlo, da anni si impegna nel campo dell’immagine, lavorando duramente: è promoter, pr, hostess, modella, valletta in televisione per un’emittente locale, ha partecipato alla trasmissione “Veline” e ha anche postato per riprese e fotoscatti per il fotoromanzo della Regione Friuli Venezia Giulia per la creazione del calendario de “Le Udinesi” del 2013.  
Dall’età di 7 anni pratica danza classica, moderna e contemporanea e, nel frattempo, non si azzarda a trascurare la scuola: frequenta, infatti, e con ottimo profitto, la facoltà di giurisprudenza; è all’ultimo anno e sta per conseguire, quindi, la laurea magistrale quinquennale. È stata Miss “Il Friuli” e di recente ha vinto una fascia a livello regionale per il titolo “Miss Moda e Spettacolo” che le ha permesso di prendere parte, dall’8 al 12 settembre scorsi, a Guardavalle, in Calabria, alla finale nazionale.  
Tra teglie e passerelle. Intanto, sognando il successo e i riflettori, continua a dilettarsi in cucina, tra pastafrolla, burro, marmellata, cioccolata e canditi, per la gioia e il palato di amici e parenti golosi. Una passione per i dolci fatti in casa, la sua, nata per caso, quando aveva vent’anni: «Adoro i dolci - dice Cris - ho curiosato un po’ sulle pagine dei blogger che si occupano di questo settore e ho iniziato a raccogliere delle ricette, per poi provare a ricrearle, mettendoci però del mio. il risultato è stato subito ottimo! Poi li ho iniziato a fare i dolci per le festività, da regalare ai parenti. Sono capace di fare anche la colomba, per Natale il tronchetto, ad Halloween i biscotti con le forme più strane: di zucca, gatto e strega. non dimentichiamo i biscotti dei Santi e i dolci per i compleanni; preparo pure vassoi di pasticcini per gli amici e per la mia mamma!». 

Post più popolari

Google+ Followers