martedì 10 marzo 2015

Italia's Got Talent torna e approda su Sky: Nina Zilli new entry in giuria

Sette puntate registrate con il meglio di un casting di oltre ottomila aspiranti, e a seguire 3 puntate in diretta, a maggio, con i 28 semifinalisti agguerriti per aggiudicarsi la palma del trionfatore (centomila euro di premio, più gloria televisiva).
Da dopodomani il giovedì di Sky resta nel segno del talent show: dopo X Factor e Masterchef, tocca alla nuova versione di Italia's Got Talent. 



Un cambio di casacca dopo 5 stagioni in casa Mediaset: il talent più popolare al mondo (460milioni di spettatori in 55 paesi) approda su SkyUno Hd e sfoggia novità nei personaggi più che nel meccanismo del format, controllato implacabilmente dal suo ideatore Simon Cowell. 
Nuova conduzione di Vanessa Incontrada e nuovi giudici, presentati ieri al Teatro Elfo Puccini di Milano: i comici Claudio Bisio e Luciana Littizzetto, la fascinosa cantante Nina Zilli e lo youtuber e neo-attore casertano Frank Matano (da domani al cinema proprio con Bisio in Ma che bella sorpresa di Genovesi). Saranno loro, armati di pulsantoni, a promuovere o bocciare le orde di italiani convinti di avere un talento, che sia il canto, l'acrobazia, la magia. Casi divertenti e storie commoventi, concorrenti di ogni età e persino animali. «Il vincitore finale? È Stefano», scherza Claudio Bisio, rievocando la disfida tra Sky e Striscia per lo spoiler sul trionfatore di Masterchef. 
Poi, tornando serio, ammette: «Questo tipo di tv per me è una novità. A parte Mai dire gol agli inizi, per me Zelig era una sorta di differita: registrazioni teatrali davanti al pubblico, ma era come una diretta. Quello che vedremo in tv sono invece la scelta di 2700 ore di registrato, una bella fatica». Assente giustificata la Littizzetto che via sms annuncia di essere «alla 49ª sfumatura di influenza». 
Nuova avventura per Nina Zilli: «Sempre stata fan di Britain's Got Talent, non potevo dire di no. È un talent Ogm, perché è fatto dai partecipanti stessi. Inventarmi giudice è stata dura: bocciare un concorrente che vive un sogno non è facile, poi però ho pensato ai no che mi sono presa e mi hanno fatta crescere». Frank Matano si gode il momento: «Uno show così, con compagni così, è stato facile. Mi dicevo: potrei alzarmi e andarmene in qualsiasi momento e nessuno se ne accorgerebbe».

Post più popolari