lunedì 29 settembre 2014

Rocco Siffredi sale in cattedra al congresso degli urologi a Firenze



Amore, benessere della coppia: in cattedra c'è il pornoattore Rocco Siffredi. Cinquant'anni, oltre 1300 film, tra i dieci attori più pagati al mondo secondo una classifica della rivista Usa “People with money”.
IN PLATEA. Posti in piedi in platea, applausi, tutti zitti mentre parla e si racconta: spiega come raggiungere la vera armonia con lei. Una guest star, Siffredi, alla manifestazione “Pianeta Uomo” al congresso della Società italiana di urologia in corso a Firenze. Un summit di circa 1500 specialisti, tra andrologi e urologi, dove si parla solo del maschio e del suo organo sessuale. Dei suoi problemi di salute, delle pasticche che prende per far meglio l'amore e dei suoi pensieri segreti. Perché non ascoltare anche il verbo del re dell'hard? Eccolo sul palco, assediato dalle ragazze per un selfie, una novità assoluta nel panorama degli incontri scientifici. Che, per l'occasione (ieri pomeriggio), hanno deciso di aprire le porte del congresso anche al grande pubblico.  «E' la prima volta che mi viene chiesto di dire la mia ad un congresso di medici. Sono qui perché ho esperienza di vita sul campo» fa sapere l'attore. Silenzio. I medici sorridono, come dire «abbiamo scelto un bel testimonial per il nostro congresso!». Riflettori puntati su lui e tutte le difficoltà (amorose e sessuali) che gli impediscono di comunicare con lei. Parla il pornoattore già collaudato da un anno di esperienza a Cielo tv in cui soccorre le coppie in crisi (“Ci pensa Rocco” il programma): «L'uomo di oggi è confuso. Il giovane come l'adulto, si porta dietro un carico di ansia pesantissima. Anche i ragazzi che incontro sul set si presentano con l'ansia, mica accadeva una volta! E' diffusa l'overdose della chimica per amare. Sì, solo quando davvero serve. L'uomo oggi non vuole più lottare...».  Gli andrologi prendono appunti, devono fare i conti con circa 4milioni di uomini hanno problemi sessuali. Davanti ai loro occhi l'immagine del paziente che non riesce a raccontarsi, della moglie che parla al suo posto, della vergogna di stare su quella sedia in quello studio.  Parla bene il “prof” Rocco Siffredi, che ne sa dei guai nascosti della gente comune? «I primi ingredienti per una sessualità che soddisfa - commenta Vincenzo Mirone segretario della Società italiana di urologia che riporta la conversazione sui temi medici - sono sicuramente una buona salute fisica generale dell'organismo e dell'organo maschile in particolare, una buona salute mentale e la consapevolezza di questo stato di benessere. Ricordiamo che il paziente con problemi sessuali, soprattutto di erezione, finisce con il determinare alterazioni psicologiche, sociali e comportamentali che danneggiano l'autostima e la qualità della vita». 
L'AMORE. Siffredi riprende la parola. Si rivolge agli uomini sopraffatti dalle statistiche che lo disegnano, oggi, afflitto da gravi turbamenti amorosi. Nella testa, nel cuore, nel fisico. Chiude l'incontro e dice la sua: «Uomini, stregate la testa delle donne e le conquisterete».

Post più popolari